gestione dati pulizia

La gestione dati influenza il rendimento della pulizia professionale

Nella pulizia professionale, l’uso intelligente dei dati può significare la differenza tra un servizio standard e uno eccezionale, diventando un modo per allungare il ROI dell’investimento.

Demo in fonderia

Pulizia in fonderia? Niente di più facile…

Fonderie, acciaierie, imprese siderurgiche sono i luoghi dove si produce più sporco in assoluto. Eppure il pulito si può ottenere, anzi, si deve pretendere anche in questi contesti, perché la salute dei lavoratori ne può essere compromessa. Anche la produttività trae giovamento dalla pulizia, perché polveri e materiali di scarto possono ostacolare il buon funzionamento di un impianto.

Illustrazione T7 AMR in vari settori

Quali benefici portano le macchine autonome per la pulizia?

Flessibilità, conseguente aumento della produttività, fidelizzazione dei dipendenti, riduzione del rischio di incidenti, sostenibilità.
Le macchine per la pulizia con tecnologia AMR sono progettate per funzionare quando e dove se ne ha bisogno, offrendo grande flessibilità organizzativa.

T7 AMR in retail

5 domande da farsi quando si considerano macchine autonome per la pulizia

I robot avranno un impatto sul settore delle pulizie? Sembrerebbe di sì, anche se non nel modo che molti temono o sperano, a seconda del punto di vista…
Le macchine autonome non sostituiranno gli operatori, ma li libereranno dai lavori più gravosi, dando loro tempo per attività a maggiore valore aggiunto, massimizzando la produttività e migliorando i risultati, per una maggiore soddisfazione di tutti (committente, azienda di servizi, operatori di pulizie).

Contro il Coronavirus bisogna pulire!

Domenica sera il virologo dr. Burioni, ospite nella trasmissione Che Tempo Che Fa di Fabio Fazio, ha confermato che il Coronavirus sopravvive sulle superfici, anche per 2 o 3 giorni, a seconda dei materiali. La buona notizia però è che basta PULIRE…

Buone pratiche di pulizia in caso di polvere di silice

La polvere di silice libera cristallina è una delle sostanze più diffuse nei processi produttivi. Quando è molto fine (può essere anche 100 volte più piccola della sabbia) è pericolosa in quanto può essere respirata, provocando seri problemi di salute. Dal 17 gennaio 2020 è entrato in vigore l’obbligo di recepimento da parte degli Stati membri dell’Unione Europea della Direttiva (UE) 2017/2398 del 12/12/2017 sulla protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da un’esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni durante il lavoro. Scopri le sostanziali novità e le possibili soluzioni da adottare inerenti la pulizia nell’articolo.

Spazzatrice Tennant S20 in miniera di talco

Spazzatrice industriale Tennant S20 si mette alla prova in una miniera di talco

Questa interessante case history, che ha come protagonista la spazzatrice industriale Tennant S20 di Tennant, mostra come è possibile effettuare la pulizia dei pavimenti anche in ambienti in cui le polveri sono sottili e potenzialmente pericolose, come ad esempio in una miniera di talco.
S20, grazie alla tecnologia SweepMax e allo scuoti-filtro ShakeMax, non alza polvere e migliora la qualità dell’aria.

Lavapezzi Biologica

I microrganismi “mangiano” gli idrocarburi e il solvente non serve più

Grazie all’aiuto di microrganismi che biodegradano gli idrocarburi, i solventi non sono più necessari nella pulizia di componenti e pezzi metallici che necessitano sgrassatura da oli e grassi. Si tratta di una innovazione scientifica importante, in quanto i solventi sono tossici per l’ambiente, pericolosi per chi li tratta e onerosi nella gestione.