Buone pratiche di pulizia in caso di polvere di silice

La polvere di silice libera cristallina è una delle sostanze più diffuse nei processi produttivi. Quando è molto fine (può essere anche 100 volte più piccola della sabbia) è pericolosa in quanto può essere respirata, provocando seri problemi di salute. Dal 17 gennaio 2020 è entrato in vigore l’obbligo di recepimento da parte degli Stati membri dell’Unione Europea della Direttiva (UE) 2017/2398 del 12/12/2017 sulla protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da un’esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni durante il lavoro. Scopri le sostanziali novità e le possibili soluzioni da adottare inerenti la pulizia nell’articolo.